The Untold

Della voglia e dei baci

Postato il 27 ottobre 2009 in The Untold

Questo post è protetto da password. Inserisci la password nel box per vedere il contenuto del post oppure Esegui il login o Registrati

comments: 0 »
The Untold

Delle mani pesanti

Postato il 24 settembre 2009 in The Untold

Questo post è protetto da password. Inserisci la password nel box per vedere il contenuto del post oppure Esegui il login o Registrati

comments: 1 »
Just Me, Myself and I

Pace and cats

Postato il 19 settembre 2009 in Just Me, Myself and I

Troup della tivvù appostate davanti alla caserma. Nove pagine di articolo sul giornale locale. Tutti a piangere i militari senesi. Che poi senesi non erano. Boh. Però stamani tutti giurano: era amico mio, lo conoscevo, l’ho visto, era taaanto un bravo ragazzo. Lutto cittadino. Ma i militari non erano visti male perchè non capivano il palio e rubavano le donne a chi a Siena è nato (e ivi morirà)? Per non parlare dei terroni. Gesù, orrida specie. Signori! Com’è la guerra? Bella eh? Un impegno concreto? Pace, gatti, e meno ipocrisia per tutti. 

Perchè non facciamo i funerali di stato anche per quelli che cadono dalle impalcature? Ah, già, perchè loro non stavano servendo la patria. Dev’esser questo il motivo. Perchè costruire case o pulire cisterne non sono mestieri nobili come andare a combattere i talebani. Sale a ben 14 il numero dei soldati italiani morti in Afghanistan dal 2004. Scende a 110 il numero dei morti nelle costruzioni dall’inizio del 2009, un dato confortante, dicono.

Una morte sul lavoro è una morte sul lavoro. A me fa schifo solo l’idea che qualcuno debba morire mentre lavora. Certo che se uno decide di andare a fare una missione in Afghanistan, per quanto nobile sia questo gesto, sa a quali rischi va incontro ed è ben preparato a questo. Non credo si possa dire lo stesso di un lavoratore (spesso al nero e sottopagato) che di certo non si aspetta che la sua vita possa finire cosi, colpito da un gancio di una gru, schiacciato da  un muletto in magazzino, da una lastra da tre tonnellate di marmo o precipitando dal tetto della casa che sta costruendo.

Ogni mattina un militare in missione si alza e sa che per i suoi 10000 euro al mese rischia di prenderesi una bomba in testa, anche se spera che non succeda. Ogni mattina un operaio si alza e per i suoi 800 euro al mese spera, anche se sa che può succedere, di non cadere da nessun ponteggio. Nessuna delle due vite vale più dell’altra, vogliamo ricordarcelo una volta tanto?

comments: 5 »
Just Me, Myself and I

God is not communist

Postato il 11 settembre 2009 in Just Me, Myself and I

L’altra sera si parlava di due nostri conoscienti. Una coppia alquanto particolare, dato che lui è alto quasi due metri, e lei sicuramente meno di uno e sessanta. Ma non è questo il problema. Il problema è che son ricchi. Tutti e due. Questo non è giusto. Dio li fa e poi li accoppia, ma dovrebbe quantomeno pensare a redistribuire la ricchezza. Dio, a quanto pare, non è comunista…

comments: 0 »
Just Me, Myself and I

About my work #1

Postato il 10 agosto 2009 in Just Me, Myself and I

A – Ah, fai la restauratrice! Avrei bisogno di una restauratina anch’io!

B – Oh, ma guarda, sei la milionesima persona che mi fa questa battuta! Complimenti!! -palloncini e stelline dal soffitto- Hai appena vinto un libro delle barzellette di Totti e un biglietto gratis per andare a ‘fanculo!

A – Ahahahah! Divertente!

comments: 1 » tags:
Pagina 10 di 47« First...6789101112131415...253035...Last »
-->